GUIDA PER IL RICOVERO

Home / GUIDA PER IL RICOVERO

L’ordinamento sanitario italiano, innovato con il D.Lgs. 229/99 garantisce a tutti i cittadini la libera scelta delle prestazioni sanitarie, diagnostiche, terapeutiche e riabilitative, offerta da strutture sanitarie pubbliche e private accreditate ed in rapporto contrattuale con il S.S.N.
La Casa di Cura Villa Aurora è una struttura accreditata ed in rapporto contrattuale con il S.S.N. per l’attività di ricovero continuativo o diurno nella branca specialistica di Ortopedia e Traumatolgia e branche complementari.
Per poter accedere alla Casa di Cura ed usufruire di una prestazione accreditata è sufficiente la prescrizione su ricettario del SSN del medico di famiglia e/o dello specialista.

L’accesso alle prestazioni è estremamente semplificato, essendo reso possibile mediante prenotazione telefonica diretta o da parte del medico di famiglia o dello specialista.

Gratuità delle prestazioni

Le prestazioni sanitarie effettuate in regime di accreditamento sono a totale carico del Servizio Sanitario. Restano a carico del paziente eventuali optional alberghieri (camera singola, vitto per assistenti, ecc.)
E’ possibile accedere ai nostri servizi in regime privatistico pagando in proprio le prestazioni ricevute oppure tramite copertura assicurativa con una delle compagnie o fondi di assistenza sanitaria convenzionate con la Casa di Cura (vedi la pagina).
Per le prestazioni non a carico del SSN, la Casa di Cura fornisce, a richiesta, preventivamente il tariffario in vigore.

Esami preoperatori

Per ottimizzare l’intero percorso assistenziale la Casa di Cura predispone un iter assistenziale di pre-ospedalizzazione con valutazione chirurgica ed anestesiologica.
Informazioni relative agli appuntamenti sono fornite direttamente dal personale di Accettazione.

All’atto del ricovero in regime di accreditamento, l’assistito dovrà produrre i seguenti documenti:

Richiesta di ricovero (impegnativa) del medico curante;
Documento di identità in corso di validità;
Codice fiscale


Per i ricoveri in regime privatistico, non occorre la prescrizione del medico di famiglia
.

L’assistito deve inoltre portare con sè e mostrare allo staff medico la seguente documentazione sanitaria:

Scheda clinica redatta dal medico curante con la descrizione sintetica di eventuali malattie pregresse e terapie in atto;
Elenco dei farmaci assunti abitualmente;
Documentazione clinica relatia ad accertamenti diagnostici o ad esami precedenti, nonché copia delle cartelle cliniche relative ad eventuali precedenti ricoveri.

Effetti personali

Si consiglia di portare con sé solo gli effetti personali strettamente necessari (spazzolino da denti, dentifricio, biancheria personale, vestaglia, pigiama, pantofole, ecc.). Si raccomanda di non portare con sé ingenti somme di denaro. In caso di particolari necessità è possibile usufruire di una cassaforte gestita dalla segreteria.

Documentazione consegnata al paziente

All’atto del ricovero viene consegnata al paziente la seguente documentazione:
Copia della Carta dei Servizi;
Informazioni e consigli di ordine clinico-sanitario ed organizzativo;
Foglio informativo sulla profilassi tromboembolica;
Informazioni sui diritti dei pazienti e dello loro famiglie e privacy;
Questionari per la rilevazione della qualità percepita;
Moduli per le segnalazioni o reclami alla Direzione

Camera singola

Il normale dei ricovero dei pazienti, in regime di assistenza diretta a carico del Servizio Sanitario, avviene in camere con due letti, con bagno e doccia, televisore, telefono ed aria condizionata. Il paziente può usufruire, a richiesta e compatibilmente con la disponibilità, di una camera singola con letto e vitto per l’accompagnatore. Gli optional aggiuntivi sono fatturati direttamente all’assistito secondo le tariffe preventivamente comunicate all’atto del ricovero da parte del personale di Accettazione. Il parente che pernotterà con il proprio familiare ricoverato è tenuto al rispetto delle regole previste dalla Carta dei Servizi. In particolare:
– entrare al massimo alle 20.30
rispettare il silenzio dalle ore 22.00

Visite

Le visite di parenti ed amici sono possibili in ogni ora diurna. E’ necessario, tuttavia che tali visite non siano di ostacolo alle attività mediche, nè disturbino il riposo degli altri pazienti nel reparto. E’ pertanto vietato a parenti e visitatori sostare nelle camere di degenza durante la visita medica, la somministrazione di terapie e, comunque, contemporaneamente al personale di servizio. Si ricorda, inoltre, che per motivi igienici, ai visitatori non è consentito sedere sui letti degli utenti. Sono sconsigliate, inotre, le visite ai bambini di età inferiore ai 12 anni. Coloro che rimangono per assistenza notturna sono tenuti a comunicarlo alla segreteria che provvederà alla registrazione del documento di identità.

Pasti

La prima colazione viene servita nella fascia oraria tra le 8 e le 8.30.
Il pranzo tra le 12 e le 13.
La cena tra le 18 e le 19.
La scelta del menu e la richiesta di eventuali pasti aggiuntivi per gli acocmpagnatori devono essere comunicate entro e non oltre le 9.30 al personale addetto.
Durante la permanenza in Casa di Cura è sconsigliato integrare l’alimentazione con cibi e bevande provenienti dall’esterno.

Igiene dei locali

E’ assicurata costantemente la cura dell’igiene delle camere, dei bagni, di ogni ambiente comune di vita e di prestazione sanitaria, mediante un sistematico controllo del personale. E’ vietato introdurre dall’esterno oggetti di arredo (sedie, poltrone, ecc.)

Le visite dei medici

La visita medica è un momento terapeutico fndamentale ed è quindi assolutamente necessario rimanere nella propria stanza durante gli orari stabiliti. L’informazione sulle proprie condizioni di salute riguardanti la diagnosi formulata, le terapie e gli interventi che sono considerati appropriati, è un diritto fondamentale del ricoverato. I medici della Casa di Cura sono disponibili a fornire tutte le informazioni richieste ai pazienti ed ai familiari preventivamente autorizzati.

Servizio bar ed edicola

Nell’accettazione della Casa di Cura sono presenti due distributori di bevande e snacks. A circa 100 metri dalla struttura, inoltre, sono presenti un bar e un’edicola.

Wifi

All’interno della Casa di Cura è disponibile rete wifi. Per l’utilizzo verranno fornite le credenziali dalla segreteria.

Taxi ed ambulanze

Per la richiesta di taxi ci si può rivolgere al Servizio Accettazione della Casa di Cura. Nel caso in cui al momento della dimissione fosse necessario un trasporto in ambulanza, è previsto che l’utente provveda a proprie spese.

Segnaletica

All’interno della Casa di Cura sono apposti segnali in conformità alle disposizione di legge. Le vie di fuga e le uscite di emergenza sono ben segnalate, libere da ingombri e facilmente raggiungibili. I mezzi antincendio sono duistribuiti in modo uniforme all’interno della struttura.

Divieto di fumo

Per disposizione di legge e, soprattutto, per rispetto della salute dei pazienti, negli ambienti chiusi della Casa di Cura  è assolutamente vietato fumare.

Per qualsiasi altra informazione contattare la Casa di Cura

Lettera di dimissione

Al momento della dimissione verrà rilasciata una lettera con descrizione della diagnosi accertata, dell’intervento chirurgico e delle terapie effettuate nella Casa di Cura, la terapia consigliata a domicilio ed eventuali prescrizioni di controllo.
Questa lettera deve essere consegnata quanto prima al proprio medico curante.

Copia cartella clinica

Il paziente può richiedere copia della documentazione clinica (cartella clinica, referti diagnostici, ecc.) relativa al proprio ricovero compilando un apposito modulo. Il servizio accettazione è a completa disposizione per tutte le informazioni necessarie. La Direzione della Casa di Cura assicura, in ogni modo, una consegna entro 7 giorni dalla data di richiesta, salvo tempi maggiori per eventuali esami diagnostici in itinere.
La copia della documentazione clinica, su richiesta dell’interessato, può essere spedita in contrassegno.

La documentazione clinica è strettamente personale e riservata, pertanto può essere consegnata esclusivamente:

al paziente titolare
al tutore, curatore o esercente la patria potestà qualora il paziente sia interdetto o inabilitato o minore d’età;
al legale che, con regolare delega, dichiari di agire in nome e per conto del paziente;
alla persona che disponga di apposita delega scritta da parte del paziente con allegata copia del documento di identità in corso di validità;
all’erede o a ciascuno dei coeredi previa esibizione di idonea documentazione in proposito (autocertificazione con firma autenticata o atto notorio);
all’INAIL per un suo assicurato, nonché ai superstiti di quest’ultimo ai sensi dell’art.9 del D.P.R. 30/06/1995 n.1124.

In ogni altro non previsto decide il Direttore Sanitario.

Il paziente ha diritto di essere assistito e curato con premura ed attenzione, nel rispetto della dignità umana e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose.
Durante la degenza il paziente ha diritto di essere sempre individuato con il proprio nome e cognome ed essere trattato con cortesia e rispetto.
Il paziente ha diritto di ottenere informazioni relative alle prestazioni erogate, alle modalità di accesso e alle relative competenze. Lo stesso ha diritto di poter identificare immediatamente le persone che lo hanno in cura.
Il paziente ha diritto di ottenere informazioni complete e comprensibili in merito alla diagnosi della malattia, alla terapia proposta e alla relativa prognosi.
Salvo casi di urgenza, per i quali il ritardo potrebbe comportare pericolo per la propria salute, il paziente ha diritto di ricevere le notizie che gli permettano di esprimere un consenso effettivamente informato prima di essere sottoposto a terapie o interventi; tali informazioni debbono concernere anche possibili rischi o disagi conseguenti al trattamento.
Il paziente ha altresì diritto di essere informato sulla possibilità di indagini e trattamenti alternativi, anche se eseguibili in altre strutture.
Il paziente ha diritto di ottenere che i dati relativi al proprio stato di salute ed ogni altra circostanza che lo riguardano rimangano segreti.
Il paziente ha diritto di presentare reclami o segnalazioni alla Direzioneche devono essere sollecitamente esaminati e di essere informato sugli esiti degli stessi entro 30 giorni.

Il paziente è invitato ad avere un comportamento responsabile in ogni momento e adeguato alla circostanza, nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli altri, con la volontà di collaborare con il personale medico, infermeristico, tecnico e con la direzsione della Casa di Cura.
L’accesso alla struttura sanitaria esprime da parte dell’utente un rapporto di fiducia e di rispetto verso il personale sanitario, presupposto indispensabile per l’impostazione di un corretto programma terapeutico ed assistenziale.
E’ dovere di ogni paziente informare tempestivamente i sanitari sulla propria intenzione di rinunciare, secondo la propria volontà, a cure e prestazioi sanitarie programmate affinché possano essere evitati sprechi di tempo e di risorse.
L’utente è tenuto al rispetto degli ambienti, delle attrezzature e degli arredi che si trovano all’interno della struttura. Pazienti e familiari sono tenuti al rispetto degli orari delle visite stabiliti dalla Direzione Sanitaria, al fine di permettere lo svolgimento della normale attività assistenziale e terapeutica favorendo la quiete e il riposo degli altri pazienti. Si ricorda inoltre che per motivi igienico-sanitari e per il rispetto degli altri degenti presenti nella stanza è indispensabile evitare l’affollamento intorno al letto.
E’ opportuno evitare qualsiasi comportamento che possa creare situazioni di disturbo e disagio agli altri utenti (conversazioni a voce alta, luci accese, radioline o televisori ad alto volume, cellulari)
In tutta la struttura è assolutamente vietato fumare. Ciò per disposizione di legge e, soprattutto, per la salvaguardia della propria e dell’altrui salute.
Il personale sanitario, per quanto di competenza, è invitato a far rispettare le norme enunciate per il buon andamento del reparto ed il benessere di tutti gli utenti.

Questionari di Customer Satisfaction

La Direzione Sanitaria monitora la soddisfazione degli utenti mediante un sistema di Customer Satisfaction, basato su questionari di valutazione dei ricoveri.
Il questionario viene consegnato ad ogni paziente al momento del ricovero, direttamente nella stanza di degenza.
Una volta compilato il questionario va imbucato nell’apposita cassetta posta all’ingresso del reparto degenze, ovvero spedito utilizzando buste preaffrancate da richiedere al Servizio Accettazione della Casa di Cura.
Il questionario è anonimo. La compilazione dei questionari e il successivo esame dei risultati consente un’analisi approfondita e costante di tutti gli aspetti che si ritengno indispensabili per il buon funzionamento della struttura ed agevola l’individuazione di eventuali punti critici.
I questionari vengono rilevati a cadenza trimestrale e sulla loro base viene redatto un report utilizzato dalla Direzione per l’individuazione delle strategie di miglioramento e delle eventuali azioni correttive.

Reclami

La Direzione, inoltre, gestisce i suggerimenti e i reclami presentati alla Casa di Cura, impegnandosi ad esaminare i casi e fornire una risposta scritta entro 30 giorni dal ricevimento.
E’ possibile presentare un suggerimento o reclamo scritto utilizzando l’apposito modulo consegnato al momento del ricovero nella stanza di degenza. Il modulo può essere imbucato nella stessa cassetta utilizzata per i questionari di valutazione, oppure può essere inoltrato via posta (ordinaria o elettronica) o fax all’attenzione del Direttore Sanitario.
Allo stesso possono anche essere fatte segnalazioni verbali.